Museo

Museo dei capelli (Museo di Pels)

Museo dei capelli (Museo di Pels)

Inaugurato nel 2006, il Museo dei Pels (o museo dei capelli) di Elva custodisce la memoria di un mestiere unico nato sui monti della Valle Maira, quello dei raccoglitori di capelli.

Il museo racconta di come gli elvesi, ai tempi in cui la vita offriva loro poco o niente, trovarono il modo di migliorare la loro condizione inventandosi un mestiere geniale: i raccoglitori di capelli.

La singolare attività dei caviè consisteva nella raccolta e nella selezione dei capelli. Lhi Pelassiers partivano da Elva all’inizio dell’autunno, quando i lavori agricoli erano terminati, e andavano ovunque potessero trovare una donna o una ragazza disposta a cedere la chioma in cambio di qualche lira, un pezzo di stoffa o un foulard.

Quando le trecce vere e proprie scarseggiavano si accontentavano anche dei capelli venuti al pettine. Chiuso tutto il raccolto in grossi sacchi, li portavano ad Elva dove. Qui le donne li lavavano, pettinavano e suddividevano in trecce che venivano messe ad asciugare. Era una pregiata materia prima, essenziale per il confezionamento delle parrucche, e veniva commercializzata sui mercati stranieri.

Il museo racconta le storie di questo mestiere itinerante, la memoria di una comunità che ha saputo individuare una valida alternativa alla povertà e l’ha perseguita con ingegno.

Una fonte di ispirazione che dovresti assolutamente visitare!

  • Come visitare il sito

    Il “Museo di pels” (Elva Borgata Serre-Capoluogo) nei mesi di DICEMBRE e GENNAIO rimarrà aperto il SABATO e la DOMENICA il mattino dalle 10 alle 12 il pomeriggio dalle 15 alle 17 CHIUSURE STRAORDINARIE 24/25 dicembre APERTURE STRAORDINARIE 08/09 dicembre DAL 28/12 AL 8/01  aperto TUTTI I GIORNI il mattino dalle 10 alle 12 il pomeriggio dalle 15 alle 17 per ulteriori informazioni 340/9846508   Durante i suddetti giorni di apertura, la biglietteria sarà posizionata o all’esterno della porta d’ingresso al museo, o nella “Sala della Meridiana” (il locale adiacente alla “Butego”), se in alcuni giorni i gestori si renderanno conto della poca affluenza sarà apposto un biglietto sulla porta d’ingresso al museo con un recapito telefonico, garantendo, in 10 minuti, l’apertura.  

Potrebbero interessarti

Altre attrazioni simili a questa.