A piedi

Sentiero Gioele

Sentiero Gioele

Tracciato ad anello in memoria di Gioele Dutto, giovane alpinista deceduto sulla Nord del Monviso. Si attraversano zone poco conosciute della Valle Maira.

 

Il sentiero si sviluppa partendo da un ampio pianoro erboso tra arbusti e rododendri sopra Grange Collet; da qui sono visibili le cascate di Stroppia, sovrastate da Rocca Bianca. Si raggiunge il colle Greguri, dove si trova un bunker del Vallo Alpino, il sistema di difesa voluto da Mussolini durante la Seconda Guerra Mondiale.

Una volta arrivati ad un ex caserma si prosegue fino alla Colletta. Si raggiunge il Colle Rui sempre camminando in mezzo a prati e fiori e successivamente ci si immette in un sentiero con pietre, lasciandosi alle spalle la val Fissela e le cime che la contornano.

A questo punto va affrontato il tratto più ripido ed impegnativo del sentiero volto alla cima del monte Freide. Da qui la vista è molto panoramica e si allarga su gran parte della Valle Maira: Aiguille e Brec de Chambeyron, Tête de l’Homme, Tête de la Frema, il monte Maniglia, l’Albrage, il Faraut.

Scendendo si giunge sul passo di Lauset e si continua nella Valle di Marin fino a ritornare alle Grange Collet, dove si chiude l’anello.

Informazioni

  • Ascesa: 1.100 m
  • Distanza: 11,0 km
  • Località: Acceglio
  • Stagione: Estate
  • Difficoltà: Difficile