Panorami aspri e spettacolari, borgate dimenticate e riscoperte; ogni luogo in Valle Maira mostra i segni di una storia antica, una storia scritta attraverso le lente trasformazioni della terra lungo le ere geologiche e dal dialogo costante e rispettoso tra uomo e natura. Attraversare la Valle Maira, ammirandone i panorami spettacolari e scoprendone le tradizioni, significa fare un viaggio nel tempo.
Risalire il tratto alpino del fiume Maira da cui la valle cuneese, situata tra Italia e Francia, prende il nome, vuol dire attraversare un antico mare che separava, milioni di anni fa, due continenti. Numerosi sono i tratti in cui è evidente questa profonda trasformazione geologica da cui hanno preso forma le Alpi.
Il paesaggio in Valle Maira non è mai scontato: si passa, in solo 45 km, da boschi lussureggianti di querce e castagni, a profondi canyon con pareti verticali in picchiata. Un autentico paradiso per tutti coloro che amano l’escursionismo e le attività outdoor.
I più sportivi hanno un’ampia scelta di escursioni, arrampicate, vie ferrate, gite in mountain bike.
Chi preferisce il comfort, può concedersi itinerari automobilistici e passeggiate per contemplare i grandiosi panorami nei numerosi valloni laterali, scegliere facili escursioni adatte alle famiglie, passeggiare fra antiche borgate dove è rimasta intatta l’architettura a pietra e legno, visitare musei etnografici e i capolavori artistici delle chiese romaniche e gotiche, godersi il sole e la natura e assaporare la cucina tipica locale.
Varietà, relax e attività outdoor contraddistinguono le vacanze estive in Valle Maira, uno dei luoghi più selvaggi delle Alpi Occidentali, dove si respira l’emozione più autentica della cultura occitana.