News


08 agosto, 2017

I tour dello Chambeyron

Un’infinita possibilità di itinerari transfrontalieri ad alta quota

Rinasce, su iniziativa del Campo Base, l’idea di unire i posti tappa che si trovano intorno al gruppo dello Chambeyron, riprendendo l’idea già proposta in passato da Montagne senza Frontiere.
Un’infinita possibilità di itinerari transfrontalieri ad alta quota di diverso impegno in uno degli ambienti più incredibili e carichi di magia delle Alpi Cozie del sud.
L’imponente catena montuosa che unisce Francia e Italia è stata, per secoli, luogo d’incontro, di scambi culturali e commerciali. Qui si parlava l’occitano, la lingua comune di popolazioni che ad ogni conflitto cambiavano nazione.
Questo territorio alpino offre un'inaspettata moltitudine di paesaggi: dalle cime rocciose alle verdissime valli sottostanti.
Oggi una ventina di rifugi francesi e italiani tessono nuovamente gli antichi legami per proporre una serie di itinerari a sbalzo sulla frontiera che unisce i nostri popoli.
Il progetto ha ricevuto l’appoggio del Consorzio Turistico Valle Maira e di Ubaye Tourisme.